Menu
Lunedì 21 Agosto 2017
Quotidiano indipendente d'informazione alternativa anno XVII

A pranzo in spiaggia sotto l'ombrellone

A pranzo in spiaggia sotto l'ombrellone

S iete al mare nel weekend e vi state gustando la tintarella, dopo una settimana di lavoro o, meglio ancora, siete in ferie dopo un anno pesante. 

Nel corso dell’inverno avete cercato di mantenere la linea per essere pronti alla prova costume. È proprio in questa situazione di relax che vi assale quel leggero languorino che, come diceva una nota pubblicità, non è fame, ma voglia di qualcosa di buono. A questo punto vi assale un dubbio, come farò a mantenere il mio peso forma dopo un inverno di sacrifici? Molto spesso, infatti, gli snack consumati in una situazione di relax possono essere nemici della linea. Andiamo a vedere, quindi, quante calorie contengono i cibi che il bar sulla spiaggia è pronto a vendervi. Partiamo dalla classica insalata di riso che, con un condimento leggero, può essere consumata tranquillamente e senza troppi rischi alla linea. Una porzione con tonno, piselli e sottoli, infatti, contiene dalle 600 alle 800 calorie. Si può diminuire ancora il contenuto calorico dell’insalata, non utilizzando sottoli e prediligendo il tonno al naturale a quello all’olio di oliva. Il riso, essendo ricco di potassio e povero di sodio, è un valido aiuto per combattere cellulite e gonfiori. Se volete optare per un panino, invece, la scelta migliore è quello con prosciutto crudo o cotto o con la bresaola. Questo panino contiene dalle 242 alle 269 calorie ed è digeribile in un’ora e mezza. L’effetto collaterale è la sete che un cibo come il prosciutto, unito al caldo, può provocare. Per ovviare, oltre a bere sempre e comunque molta acqua, si può arricchire il panino con pomodorini o cetrioli. C’è, poi, chi preferisce il classico trancio di pizza che, in molti casi, risulta il pasto più pratico e veloce. Più è farcito il vostro trancio di pizza e più calorie conterrà, quindi, per questo, è sempre meglio scegliere la vecchia e classica margherita. Un trancio di pizzamargherita da 140 grammi contiene, infatti, 379 calorie e apporta la giusta dose di carboidrati. La mozzarella, inoltre, contribuisce all’apporto di proteine nobili. Se volete fare cifra “tonda” e raggiungere le 400 calorie, potete unire al trancio di pizza una porzione di verdura cruda o della frutta fresca. Avrete così un pasto completo e con poche calorie. Quante volte, invece, sulla spiaggia abbiamo comprato il cocco dai venditori ambulanti? Con questo cibo è bene fare maggiore attenzione perché è abbastanza calorico; 30 grammi di cocco, infatti, contengono 109 calorie. Il vantaggio del cocco sono le fibre che saziano facilmente, mentre è povero di vitamina E e sali minerali. Da preferire al cocco è sicuramente l’anguria, 200 grammi di questo frutto, infatti, contengono 56 calorie. L’anguria, inoltre, è ricca di zuccheri, disseta facilmente e smorza l’appetito. Il pranzo in spiaggia incontra diversi gusti alimentari e c’è chi si accontenta del classico yogurt magro alla frutta. Un vasetto di yogurt da 125 grammi, infatti, contiene 75 calorie ed è l’ideale per bloccare il buco allo stomaco. Per l’abbronzatura, invece, è da preferire lo yogurt alle albicocche perché contiene betacarotene. Rimanendo in tema di cibi magri, un altro grande classico è la barretta energetica che contiene dalle 218 alle 240 calorie. Si consiglia, comunque, di arricchirla con un frutto per raggiungere 400 calorie.

 

e se ne vuoi sapere di più Il Nuovo Corriere Diete ti attende tutti i mesi in edicola

Devi effettuare il login per inviare commenti