Menu
Sabato 20 Ottobre 2018
Quotidiano indipendente d'informazione alternativa anno XVII

Cacciucco alla livornese

Cacciucco alla livornese

Ecco a voi il tipico piatto di pesce toscano da sempre invidiato ai cuochi orobici esaltato anche dalla pubblicità

Soffriggete in un tegame l’olio extravergine d’oliva con gli spicchi d’aglio, delle foglie di salvia e il peperoncino rosso spezzettato. Proseguite cuocendo il pesce, iniziando da quelli a più lunga cottura. Quindi versate nel tegame i polpi e le seppie tagliati a pezzi medi, bagnate con del vino bianco secco, sfumate e aggiungete il pomodoro a pezzetti. Cuocete i polpi e le seppie per circa mezz’ora mescolando di tanto in tanto, quindi proseguite la cottura versando dentro al tegame i pezzi di palombo, di grongo e quelli di pesce da zuppa. Poi mettete i gamberoni, gli scampi e i gamberi e portate tutto a cottura. Alla fine si deve ottenere un brodetto piuttosto liquido. Quando i polpi e le seppie sono diventati teneri, versate nel tegame i frutti di mare. A gusci aperti, spegnete il fuoco. Servite il caciucco su un grande vassoio da portata con le fette di pane abbrustolito.

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE 500 grammi di pesce misto da zuppa (scorfano, gallinella, cappone, triglia), 500 grammi di palombo fresco, 500 gram- mi di grongo, 500 grammi tra seppie e polpi, 500 grammi di vongole e cozze, 500 gram- mi di crostacei (gamberoni, scampi, gamberi), un bicchiere di vino bianco, un dl. di olio d’oliva, tre spicchi d’aglio, salvia e peperoncino rosso, 500 grammi di pomodori pelati o salsa di pomodoro, fette di pane abbrustolito, sale.

 

 

 
 

A cura di Paola Garagozzo

se ne vuoi sapere di più Il Nuovo Corriere Cucina ti attende  tutti i mesi in edicola

Devi effettuare il login per inviare commenti