Menu
Sabato 20 Ottobre 2018
Quotidiano indipendente d'informazione alternativa anno XVII

Con i debiti non si cresce. La Bundesbank frena Renzi

Con i debiti non si cresce. La Bundesbank frena Renzi

La Germania sembra chiudere le porte alla flessibilità

Non si cresce facendo più debiti. Non è andata giù alla Bundesbank la richiesta a viso aperto fatta da Matteo Renzi all’Unione Europea di una maggiore flessibilità e di aprire le porte del rigore guardando alla crescita. Il presidente della banca centrale tedesca a Berlino Jens Weidmann respinge le richieste del premier italiano durante il suo intervento al consiglio economico finanziario della Cdu. Ma dal governo arriva la replica: la Bundesbank non ci intimorisce. A cercare di far quadrare il cerchio e tenere vicine le varie posizioni è il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, che rigetta l’ipotesi della flessibilità, ma apre alla strada della crescita e degli investimenti.

Devi effettuare il login per inviare commenti