Menu
Mercoledì 14 Novembre 2018
Quotidiano indipendente d'informazione alternativa anno XVII

L'India dice no alla richiesta italiana

L'India dice no alla richiesta italiana

Per fare rientrare in Patria il marò Salvatore Girone nel primo giorno di udienza davanti al Tribunale arbitrale internazionale dell'Aja.

 Ancora buio pesto sulla vicenda del fuciliere di Marina, trattenuto a Nuova Delhi. Per l'India la richiesta è "inammissibile". "Girone rischia altri 4 anni di ingiusta detenzione", avverte l'ambasciatore Francesco Azzarello, agente del Governo italiano nel procedimento. Il marò  è accusato insieme al collega Massimiliano Latorre di aver ucciso nel febbraio 2012 due pescatori indiani scambiati per pirati. La sentenza dell'Aja è attesa tra circa 4 settimane.

Devi effettuare il login per inviare commenti