Menu
Venerdì 25 Maggio 2018
Quotidiano indipendente d'informazione alternativa anno XVII

Cassazione: omosessuale non è un'offesa

Cassazione: omosessuale non è un'offesa

Per la Suprema Corte "è cambiato il contesto storico", per questo la parola non è da considerarsi offensiva nemmeno se rivolta a una persona eterosessuale.

Secondo la Cassazione dare dell'omosessuale non è un'offesa Questa parola – spiega la Cassazione - diversamente da altri "appellativi" che mantengono un carattere "denigratorio" è entrata nell'uso corrente e si riferisce alle "preferenze sessuali dell'individuo", assumendo di per sé "un carattere neutro" e non è quindi lesiva della reputazione di nessuno.

Devi effettuare il login per inviare commenti