Menu
Mercoledì 14 Novembre 2018
Quotidiano indipendente d'informazione alternativa anno XVII

Sanremo non decolla, anzi affonda tra le polemiche

Sanremo non decolla, anzi affonda tra le polemiche

Durante la terza serata mentre Fazio parla dal pubblico un uomo prende la parola e accusa il conduttore di parlare troppo e di non lasciare spazio alla musica. Il contestatore si alza e si avvicina con fare aggressivo a Fazio, che sembra impallidire e corre a chiamare la security.

Nuova contestazione al Festival di Sanremo. Attimi di tensione in sala nella serata di ieri: ecco che all'improvviso cominciano a levarsi altre voci e altre note dal pubblico. Ragazze, ragazzi si alzano in piedi e inscenano un flash mob musicale "Questo si, era tutto preparato", spiega con orgoglio Fazio alla fine. Era tutta una triste, banale messa in scena. Le contestazioni, come ben sappiamo, sono all'ordine del giorno; ricordiamo, ad esempio, quell'anno in cui un uomo minacciò di buttarsi dalla balconata davanti ad un pubblico attonito e un Pippo Baudo fintamente sbalordito. Quello che bisogna capire è se questi exploit di rabbia siano costruiti per aumentare l'audience o semplicemente per far capire che Sanremo, da sempre, si mette nei panni dei suoi telespettatori. Ad oggi, non ci è dato sapere. La cosa, però, che più ci ha sconvolto è l'esclusione a sorpresa della splendida canzone di Riccardo Sinigallia perchè, a dire della commissione, priva del connotato di originalità, previsto dal regolamento; da leggere sotto le righe il richiamo avuto a causa di una vecchia esibizione avuta in pubblico. Il regolamento, infatti, impone che le canzoni partecipanti non vengano diffuse prima di Sanremo. Resta il fatto che è una delle canzoni più belle del Festival e finora più apprezzate dal pubblico .

A cura di Ambra Fraschetti

Video

Devi effettuare il login per inviare commenti